Luglio, agosto, settembre nero

Ciao, innanzitutto ringrazio la banda nel suo insieme ed i singoli componenti, uno ad uno, perchè finalmente abbiamo avuto il coraggio di affrontare un pezzo che avrebbe dovuto essere difficilissimo e che invece, affrontato con il dovuto spirito, si è rivelato abbondantemente alla nostra portata, anche se, ovviamente, ancora da perfezionare.

Io personalmente è da quando frequento la banda che avrei voluto suonare Luglio, Agosto, Settembre nero, degli Area, e adesso che l’abbiamo fatta non ha più scopo la mia presenza tra voi.

Vi piacerebbe eh? e invece no, rimango a mantenere una dignitosa età media e un discreto livello di canizie, perchè con quale altra compagine pseudo musicale si può concludere una serata produttiva come quella di ieri con una bella e tranquilla chiacchierata sulla situazione econimicosocialmondialstoricopoliticalcomplottista?

Purtroppo capita raramente, ma stamattina, in cui il mondo continua a essere la solita merda, sto un po’ meglio, un po’ più condiviso.

Bella consolazione.

Poi continuo a vendere magliette e consumare gasolio con una macchina enorme, ma almeno noi a queste cose ci pensiamo, ai banchi di mutuo soccorso di inizio novecento.

Scusate lo sfogo e, se volete approfondire la questione di settembre nero, gente che oltre che pensare agiva, wikipedia ne dice qualcosa. Buona giornata.