TRENTA – Le bande sorelle

 

Banda Roncati, Bologna
Il Roncati è l’ospedale psichiatrico di Bologna dove ha luce la Banda, nel 1992, con l’irruzione di un piccolo gruppo di giovani musicisti. Oggi, dopo centinaia di esibizioni nelle occasioni più disparate (feste, manifestazioni di piazza, funerali, compleanni…) la banda ha raggiunto un numero di elementi che può arrivare fino ai quaranta, fra ottoni, legni, tamburi, ma anche fisarmoniche, melodiche e nacchere. Repertorio a tutto campo, dal jazz alla musica classica, dalla musica popolare ai canti politici d’autore.

 

Express Brass Band, Monaco (Germania)
Fondata nel 1999 per dilettare il passeggio al “Giardino Inglese”, il grande parco di Monaco che fa da scena al “Kocherlball”, ballo dei servitori, dei cuochi e degli sguatteri, la Brass Band teutonica ha tuttavia poco a che spartire con la tradizione musicale bavarese. Preferisce lanciarsi in più festose atmosfere reggae, soul e jazz, con un’abbondante spruzzata di Afro Funk (alla Fela Kuti, per intenderci). Germanicamente innamorata dell’Italia, non perde occasione per venire a trascinarci con i suoi ritmi possenti.

 

Fanfare de la Redonne, Flayosc (Francia)
La Fanfare de la Redonne è una formazione di musica di strada, creato otto anni fa tra musicisti principianti ed esperti in strumenti ad ottone all’interno del collettivo della fabbrica di Redonne de Flayosc e guidato dal Théâtre du Lézard, membro fondatore de l’Usine. Ora ha una dozzina di soffiatori e tamburini, e calca le strade per proporre un repertorio festoso ed eclettico!

 

Fanfare du Château, Ginevra (Svizzera)
Nata nel 1995 nel quartiere multietnico dei Pâquis a Ginevra, guidata dal chitarrista Daniel Renzi, è una formazione aperta, con un nucleo di 6 elementi, che spazia liberamente dal funk al jazz, dal tango alla bossa, dalle Ande ai Balcani. Impegnata nel sociale, soprattutto a sostegno delle realtà marginali, partecipa a eventi come la giornata mondiale contro l’AIDS, il Gay Pride, la manifestazione contro il World Economic Forum di Davos nel 2003.

 

Fanfare Invisible<, Parigi (Francia)
Creata nel 2009, la Fanfare Invisible riunisce una quindicina di musicisti amatoriali animati da un progetto comune di azione festosa, di scambio e di solidarietà musicale con i movimenti sociali. È stata la promotrice e organizzatrice de “Les fanfares s’indignent”, raduno internazionale di bande militanti a Parigi nel 2012.
La Fanfare Invisibile è un repertorio di canzoni del patrimonio e lotte.

 

Fanfare Bérézina, Saint Sever du Moustier (Francia)
Beresina è una band composta da una dozzina di musicisti provenienti da un piccolo villaggio di Aveyron (Saint Sever du Moustier).
La loro ispirazione proviene dall’Europa orientale, dai canti tradizionali popolari e viaggia dalla Russia ai Balcani con influenze klezmer e gypsy.

 

Fiati Sprecati, Firenze
Mobili e attraenti dal settembre 2000 se ne son contati più di cento provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo, anche da Firenze dove risiedono presso il Centro Popolare Autogestito (CPA). Attualmente, circa 40, i Fiati si sprecano sulla strada con balcaniche e sudamericane, bulgare, paesane e Belle ciao.A braccetto di Gianna e Maria sono stati a Parigi, Monaco, Sarajevo, Radicondoli e Bechereto.
Verso la lotta per la casa, il sostegno ai prigionieri turchi,la solidarietà ai bambini bosniaci, e palestinesi, contro la guerra,e la globalizzazione dei padroni della terra, indirizzano al presente i loro urli e strumenti.

 

FONC, Milano
FONC, Fanfara Obbligatoria Non Convenzionale, è una banda di strada nata nell’autunno del 2011 nella provincia sud-ovest di Milano.
L’acronimo del nome deriva dal fatto che, in fase formativa, il nucleo fondante obbligasse gli amici e gli amici degli amici a partecipare alla costituzione di una fanfara non convenzionale, senza direttore, senza divisa, che fosse antifascista e che offrisse un contributo artistico per cause locali di lotta politica, sociale, ambientale. E così è andata e sta andando.

 

Titubanda, Roma
Nasce il 1° maggio 1998 dall’idea forte di fare e trasmettere musica al di là di confini, gerarchie e barriere, fuori da qualsiasi logica di merito e profitto.
Alla militanza musicale unisce una vocazione festaiola e internazionalista che da sempre la trascina ai grandi incontri di fanfare, a Milano, Parigi, Montpellier, Guca, Graz, Boston… A sua volta, è organizzatrice della Sbandata Romana, il festival delle bande di strada giunto nel 2013 alla quarta edizione.
Fanfara nostrana ma onnivora, viaggia in un repertorio senza frontiere, da Cuba a Bombay, da Modugno ai King Crimson, da Mingus a Fela Kuti…